Didattica a distanza: gli strumenti e le piattaforme per reinventare la scuola

L’emergenza Coronavirus ci ha indirizzati verso un nuovo modo di fare scuola. Una panoramica di piattaforme e strumenti a sostegno dei docenti.

La didattica a distanza in Italia, dall’inizio del mese di marzo del 2020, è diventata una presenza centrale nella quotidianità scolastica. Con la chiusura degli istituti fino a fine anno, disposta dal Governo per far fronte alla diffusione del Covid-19, il mondo della scuola è chiamato a reinventarsi, e non solo a tamponare una situazione emergenziale.

Le attività didattiche necessitano dunque di nuove idee, percorsi, di nuovi spazi e modalità di lavoro. Proprio per venire incontro a queste esigenze, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si è mosso da subito e ha messo in atto una serie di misure per il potenziamento della didattica online, dotandosi tra l’altro di un’area web dedicata. 

Vediamo insieme quali sono i maggiori progetti e piattaforme per la didattica a distanza, che oltre a fornire strumenti utili agli insegnanti, ai ragazzi e alle loro famiglie, stanno cercando di trasformare questa emergenza in un’opportunità di crescita e condivisione. 

Didattica a distanza: portali e iniziative a supporto degli insegnanti

TED Education, contenuti didattici audiovisivi e lezioni online

Con i suoi 250.000 insegnanti è una delle più nutrite community internazionali di docenti attivi al mondo. TED Ed – abbreviazione con cui il progetto è più noto – rappresenta una piattaforma spin off del celebre TED Conference, il format di public talks nato in California nel 1984 e oggi affermatosi a livello internazionale; attiva dal 2012, con la stessa intenzione di condividere idee e best practice, la piattaforma dedicata a insegnanti e studenti, entra oggi nel vivo dell’emergenza Coronavirus, proponendosi come strumento di inclusione, scambio di idee e possibilità di creazione di contenuti didattici audiovisivi.

Per creare lezioni interattive devono essere seguiti tre semplici passi, e al contempo si può usufruire di una libreria multilingua dedicata a tutti i gradi scolastici e a tutte le materie. È inoltre possibile – in questa fase del tutto sperimentale – mettere in connessione gruppi di lavoro formati da studenti di scuole, città e paesi differenti, grazie alla creazione dei Ted Ed-Club, luoghi virtuali di aggregazione destinati a ragazzi e ragazze tra gli 8 e 18 anni, in cui la condivisione delle esperienze formative e delle conoscenze diventa possibilità di relazione.

Indire, partecipazione e solidarietà

Da subito molto attivo anche l’Istituto Nazionale Indire, già luogo di riferimento per tante iniziative e dibattiti sulla ricerca all’interno del mondo scuola. Un fittissimo e variegato programma di webinar accompagna i docenti per l’intera durata dell’emergenza che vede le scuole chiuse: dalle proposte sulla valutazione a distanza, a iniziative più specifiche legate a singole materie, come i focus su tecnologia e insegnamento della storia con Nicola Barbuti e quello sull’insegnamento della filosofia a distanza, fino a riflessioni a contenuto psicologico e di gestione relazionale, sulla gender school, l’inclusione e il distanziamento sociale.

Solidarietà è invece la parola chiave che sta guidando in questa fase il progetto eTwinning, la maggiore community europea di insegnanti attivi in progetti collaborativi tra scuole, con quasi 800 mila iscritti, di cui il 10% in Italia. La nuova didattica proposta da eTwinning è fatta di progettualità, scambio e collaborazione in un contesto multiculturale. E, come dicevamo, adesso anche di solidarietà, con il lancio di SOS didattica a distanza Covid-19, uno spazio a sostegno dei docenti con webinar e corsi online in continuo aggiornamento.

Hub Scuola, da Mondadori e Rizzoli un’offerta digitale in continuo aggiornamento

Principale piattaforma di didattica online in Italia, Hub Scuola è una vera e propria scuola digitale progettata da Mondadori Education e Rizzoli Education. Dedicata alle scuole di ogni ordine e grado, l’offerta di Hub Scuola è molto ampia e ben strutturata, con la possibilità di usufruire di testi e materiali didattici provenienti dalle due importanti case editrici, recentemente riunite sotto uno stesso gruppo editoriale.

Sono inoltre disponibili strumenti digitali per test autocorrettivi, quiz e verifiche per docenti e studenti, da poter personalizzare e adattare alle specifiche esigenze. Questi tool, già disponibili prima dell’emergenza dovuta al Covid-19, sono diventati utili se non indispensabili per la riprogettazione dell’attività quotidiana della scuola.

Treccani Scuola, strumenti online per la didattica a distanza

Treccani scuola si propone invece come cassetta degli attrezzi – di altissima qualità e anche in questo caso, con fruizione interamente gratuita – a sostegno di docenti e docenti. Lezioni online pronte ma anche un’intera gamma di esercizi e test interattivi per poter mantenere, nei limiti del possibile, la relazione tra ragazzi e insegnanti, simile a quella vissuta in classe.

Il portale, davvero semplice da usare e ben definito nelle sue proposte, si propone come un alleato di lungo periodo, che potrà aiutare a ridefinire le possibilità di docenza e formazione anche al termine del lockout nel mese di settembre. Ricercare, imparare e valutare, saranno tre fasi che andranno infatti ripensate grazie all’esperienza vissuta nei mesi di scuole chiuse.

Rai Cultura e Rai Scuola, l’offerta didattica via web e Tv

Di didattica e formazione online si è occupato fin da inizio marzo 2020 anche il canale tematico Rai Scuola e la piattaforma Rai Cultura, con uno spazio web dedicato, programmi televisivi, iniziative e interi palinsesti. 

Particolarmente adatta alla scuola superiore, l’offerta di Rai Cultura è suddivisa in singole materie, all’interno delle quali si possono trovare proposte di programmi d’archivio, nuove lezioni e percorsi audiovisivi finalizzati a sostenere l’attività dei docenti in questa fase di emergenza.

Due ultimi spunti: dalla Rinascita artistica alla Reggio children foundation

Nato dall’esperienza di Rinascita Digitale, il programma di speech e lezioni online di Rinascita artistica si concentra sul mondo dell’arte contemporanea, sulle nuove tecnologie, ma anche teatro, danza, cabaret, entertainment con particolare attenzione alle pratiche di condivisione e sostegno dell’apprendimento in una fase di sostanziale isolamento.

La Reggio children foundation, intitolata al pedagogo Loris Malaguzzi, propone un suo percorso di webinar e lezioni online, incentrato – come da tradizione – sulla creatività e sui metodi di apprendimento per i più piccoli.

Didattica a distanza: gli strumenti digitali gratuiti per docenti e studenti

Google Suite for Education

Google mette a disposizione degli insegnanti e dei ragazzi la sua suite di piattaforme composta da Gmail, Drive, Calendar, Documenti, Fogli, Presentazioni, Moduli, Hangouts Meet e Classroom. Numerose le funzionalità garantite: creare, condividere e modificare documenti in tempo reale, fissare appuntamenti e promemoria, redigere elenchi e organizzare sondaggi, comunicare via chat e in videoconferenza, trasmettere contenuti streaming, creare classi virtuali, assegnare compiti e verifiche, scambiarsi commenti.

Office 365 Education A1 – Microsoft Teams

Il pacchetto Office include una casella di posta elettronica; le versioni web di Word, PowerPoint, Excel, OneNote e Outlook; uno spazio di archiviazione; una piattaforma di video streaming; un sistema di protezione delle informazioni e Microsoft Teams. Con quest’ultimo si possono condividere e modificare file in tempo reale, organizzare riunioni con la possibilità di condividere lo schermo e utilizzare una lavagna digitale, creare classi, gestire attività, prove di valutazione e un registro dei voti.

Cisco Webex

Cisco in accordo con Apple offre la piattaforma Webex, che consente di organizzare riunioni e videoconferenze, dando l’opportunità ai partecipanti di scambiarsi file di testo, audio e video, indire sondaggi, attivare la condivisione dello schermo e una lavagna digitale.

TRIS – Tecnologie di Rete e Inclusione Socio-educativa

Il modello di didattica a distanza TRIS si fonda sul concetto di «classe ibrida inclusiva» ed è pensato per gli studenti che non possono frequentare le lezioni, proponendosi di annullare «la distanza fra spazio d’aula e spazio domiciliare».

Didattica a distanza: proposte e webinar di Con la Scuola

Il progetto Con la Scuola – programma di formazione voluto da Snam – si è da subito schierato al fianco dei docenti, degli studenti e delle famiglie, per fare di questo periodo straordinario un’occasione di crescita. L’intento è quello di ripensare l’insegnamento alla luce delle particolari condizioni di questo momento storico, quindi di incentivare forme nuove di apprendimento e interazione: attività pratiche, multidisciplinari, coinvolgenti per i ragazzi e valutabili dai docenti. Attività che stimolino l’iniziativa individuale e promuovano la riscoperta del legame tra scuola e quotidianità, anche usufruendo delle tante risorse offerte dalla rete. 

Qualche esempio? Lo svolgimento giornaliero di un’attività formativa a piacere, da annotare poi in un diario; la creazione di mappe concettuali e grafici con Coggle; la progettazione grafica su Canva; l’uso di dati statistici e mappe interattive tramite Gapminder; lo studio della matematica mediante lezioni, esercizi e giochi con GeoGebra; la scoperta, in forma di gioco, dell’educazione civica ed economica con Urbrick.

I webinar e i materiali didattici di Con la Scuola 

Con la Scuola affianca attivamente i docenti nella progettazione della didattica digitale, e lo fa con  un doppio ciclo di webinar dedicati alla formazione per la didattica a distanza e alla formazione dei Consigli di classe. Sono inoltre consultabili e scaricabili gratuitamente, tutti i materiali didattici prodotti dal partner formativo LUISS Business School, improntati sul metodo eXperiment@scuola, una metodologia empirica, accompagnata da continui aggiustamenti in base ai feedback ricevuti dai docenti.

LEGGI ANCHE

Il coinvolgimento emotivo degli studenti è elemento fondamentale di una didattica efficace. Ecco come incentivarlo secondo Con la Scuola.
Francesca Traclò, responsabile scientifico e formatrice del progetto Con la Scuola, ci guida nel difficile compito di progettare la didattica post-Covid.
Dopo sei mesi del progetto formativo voluto da Snam e Consorzio Elis, i formatori della LUISS Business School tracciano un quadro di risultati e scenari.
Tra lezioni in presenza e online, sicurezza e possibili usi della scuola digitale, il futuro della DAD è ancora incerto.
250 lezioni online per gli studenti dell’ultimo anno nel progetto lanciato dal MIUR, con Rai Radio3 e Treccani.
Le testimonianze dei partecipanti di Con la Scuola sui successi, gli insuccessi e le prospettive della didattica via web.
Con la Scuola - logo

CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.CONLASCUOLA.COM

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.